Come Aumentare le Prenotazioni Dirette [GUIDA 2025]

Indice

Introduzione

Quante volte mi hanno fatto questa domanda. Penso sia una delle più comuni. Ogni albergatore almeno una volta nella vita si è chiesto: “Come posso aumentare le prenotazioni dirette della mia struttura ricettiva?

Questa sarà l’ultima volta che cercherai informazioni in merito, te lo prometto.

Ora però, chiudi tutte le altre schede e concentrati!

Non stiamo parlando di un comune e noioso articolo privo di valore, ma di un’autentica guida ricca di strategie, suggerimenti e strumenti essenziali. Aggiungi questa guida tra i tuoi preferiti e ritorna a consultarla almeno una volta all’anno, per acquisire familiarità con l’applicazione delle tecniche presenti al suo interno che ti aiuteranno ad aumentare le prenotazioni dirette.

Sei preparato? Cominciamo!

PS: prendi fuori carta e penna per prendere appunti, questa guida su come aumentare le prenotazioni dirette sarà piuttosto dettagliata! 

Cosa sono le prenotazioni dirette?

Partiamo da zero e iniziamo con una noiosa definizione.

Definizione: Le prenotazioni dirette sono prenotazioni che gli ospiti effettuano direttamente presso il tuo hotel. 

Il tuo sito web è il canale più comune per questo. Sono tanti gli strumenti da cui arrivano le prenotazioni dirette: e-mail, telefono, WhatsApp, Direct Message su Instagram o su Facebook, walk-in o dal team di vendita (ad esempio da aziende aziendali convenzionate). In nessuno di questi casi, non sono coinvolte terze parti come OTA, agenti di viaggio, grossisti o altri intermediari.

In un mondo ideale, in cui gli hotel risplendono di luce propria e non hanno bisogno di appoggiarsi a nessun intermediario per vendere le proprie camere, le prenotazioni dirette arrivano al 100% del totale. 

Questo significa che ogni 100€ che ti arrivano, non devi pagare nessuno per averti portato quel cliente dentro il tuo albergo. Perché sei stato tu stesso a farlo.

Bene. Torniamo al mondo reale e capiamo bene la differenza tra prenotazione diretta ed indiretta.

Qual è la differenza tra prenotazione diretta e indiretta?

Prenotazione diretta

Una prenotazione diretta è il processo attraverso il quale un cliente effettua una prenotazione direttamente presso il tuo hotel. Questa operazione può essere eseguita utilizzando il sito web ufficiale dell’albergo, contattando direttamente il numero di telefono fornito, scrivendo una mail al tuo indirizzo, compilando un form di richiesta di preventivo dentro al tuo sito, scrivendo un messaggio su WhatsApp e molto altro.

In generale, non ci sono altri soggetti che si infilano tra il tuo cliente e il tuo hotel.

Prenotazione Indiretta

La prenotazione indiretta, invece, avviene attraverso intermediari o piattaforme di prenotazione online. Questi intermediari possono essere agenzie di viaggio, siti web specializzati o app dedicate.

Qui la distinzione è tra OTA (Agenzie di Viaggio Online) e Agenzie di Viaggio Offline, dove la prenotazione non avviene online. Alcuni esempi comuni sono:

  • Booking.com (OTA)
  • Expedia (OTA)
  • Airbnb (OTA)
  • Agenzie Viaggi
  • Tour Operator

Quanto prende Booking per ogni prenotazione?

18%

La percentuale di Booking è una commissione fissa compresa tra il 10% e il 25% sul prezzo di vendita del soggiorno, variabile a seconda del tipo di struttura e della località. Ad esempio la commissione di Booking per un hotel di 25 camere sito in una località di montagna rinomata come Ponte di Legno si aggira intorno al 18%.

Queste percentuali variano a seconda di alcuni fattori:

  • Paese di registrazione
  • Luogo di inserimento nell’elenco
  • Tipo di proprietà
  • Politica di cancellazione
  • Metodo di pagamento

Su cosa si applica?

La commissione di Booking si applica sul costo totale pagato dall’ospite. Immagina di fissare il prezzo per ogni notte, moltiplicarlo per il numero di notti, e sottrarre saggiamente eventuali sconti applicati. Tuttavia, non finisce qui: anche i costi extra, come le spese di pulizia, entrano in scena. Un tempo, queste ultime erano escluse dalla commissione, ma recentemente sono state aggiunte al mix, rendendo il gioco delle commissioni ancora più interessante.

Ecco un esempio pratico per rendere più chiara l’applicazione della commissione di Booking. Immaginiamo una camera matrimoniale con colazione, il cui prezzo stabilito è di 100€ per una notte.

  • Prezzo della Camera Matrimoniale con Colazione: 100€
  • Numero di Notti: 1 notte
  • Percentuale commissione su Booking:

Supponiamo che non ci siano sconti applicati, ma che ci siano spese di pulizia aggiuntive di 10€.

Calcolo Senza Commissione:

  • Prezzo della Camera: 100€
  • Spese di Pulizia: +10€
  • Totale Senza Commissione: 110€

Calcolo con Commissione di Booking (18%):

  • Totale Senza Commissione: 110€
  • Commissione (18%): -19,80€ (110€ x 18%)
  • Totale con Commissione: 90,20€

In questo scenario, l’incidenza del 18% di commissione di Booking si tradurrebbe in 19,80€. Quindi, su un totale di 110€ pagati dall’ospite, l’hotel riceverebbe effettivamente 90,20€ dopo aver applicato la commissione. Questo esempio evidenzia come la commissione influisca sul costo complessivo, incluso il prezzo base e le spese extra come quelle di pulizia. Un elemento cruciale da tenere in considerazione nella gestione delle prenotazioni online.

Ho deciso di semplificare molto il calcolo perché nella valutazione della commissione finale possono incidere altre variabili, ma il mio obiettivo è farti capire la capacità che ha Booking di erodere il fatturato di un hotel.

Certo, Booking ti porta clienti.

Certo, Booking ti permette di avere tanta visibilità.

Certo, con Booking riesci a fine anno a pagare tutte le spese che hai.

Ma la domanda che dovresti farti è: ci sono alternative a spendere il 18% del proprio fatturato sul portalone blu? 

È tanto o è poco?

Se su 1.000.000 € di fatturato ne spendi 180.000€ per generare quel milione, ti rimangono in tasca 820.000 € con i quali dovrai far fronte a tutte le spese: costi fissi e costi variabili.

Fortunatamente il mercato ci dà la possibilità di avere delle alternative, non solo valide, ma migliori!

Abbiamo la fortuna che nel settore alberghiero le prenotazioni arrivano a distanza, le persone non devono recarsi fisicamente per acquistare, come succede nel settore alimentare. Qui le aziende competono per uno spazio espositivo sugli scaffali e senza quegli scaffali non hanno minimamente la possibilità di essere visti, scelti e acquistati.

Anche se la spesa online sta avendo sempre più successo, le scelte vengono sempre fatte all’interno di distributori online, come Easy Coop, che ha la stessa funzione del nostro caro portalone blu.

Aziende come Barilla, Ferrero, Balocco non hanno alternative per vendere. Noi, invece, nel settore dell’ospitalità di alternative ne abbiamo e in questo articolo voglio spiegarti cosa puoi fare concretamente, per ridurre sempre di più la percentuale di commissione sul totale del tuo fatturato, che paghi a Booking.

Perchè per gli hotel le prenotazioni dirette sono così importanti?

La questione economica è solo uno dei tanti vantaggi che ha una prenotazione diretta per un hotel. Oltre ai tanti soldi risparmiati esistono altri motivi per i quali un albergatore preferirà sempre una prenotazione diretta rispetto ad una prenotazione tramite le OTA:

I vantaggi della prenotazione diretta:

Commissioni Ridotte

Esatto! Meno commissioni = più margine di guadagno

Il primo vantaggio di cui abbiamo già parlato è quello finanziario.  

Eviterai il pagamento di commissioni elevate a piattaforme di prenotazione online, le famose OTA. Mantenere i soldi in casa consente agli hotel di investire di più nella qualità del servizio e nelle strutture.

Questo non significa che il cliente che prenderai direttamente è gratis.

Ogni cliente ha un costo, ma il costo di acquisizione cliente tramite una strategia di marketing diretta ti costa 3 volte in meno (se non di più!).

Relazione Diretta con gli Ospiti

La prenotazione diretta stabilisce un legame diretto tra l’hotel e gli ospiti. 

Questa connessione ti consente di offrire un servizio personalizzato, potrai quindi rivedere e sviluppare un preventivo più vicino alle esigenze dell’ospite, in modo da renderlo più felice e, soprattutto potrai proporre servizi accessori, oppure un upgrade di camera, aumentando la spesa del cliente e, di conseguenza, le tue entrate.

Controllo e Flessibilità

Prenotando direttamente, hai il controllo totale sulla tua attività. 

Non stiamo dicendo poco. 

Avere il controllo completo sul tuo hotel significa che, in qualsiasi situazione, le tue entrate dipendono esclusivamente da te e non dalle scelte strategiche di un’OTA.

Puoi fissare le tariffe, creare offerte speciali e adattare le politiche secondo le tue esigenze. 

Significa essere liberi! 

Questa flessibilità ti permette di rispondere rapidamente alle richieste del mercato e alle esigenze degli ospiti, distinguendoti dagli altri. In poche parole, sei il capitano della tua nave.

Senza vincoli imposti da terzi, puoi offrire sconti o promozioni senza chiedere permesso

Facciamo un esempio:

Hai un problema? Vuoi aumentare le prenotazioni perché hai 2 settimane con un’occupazione più bassa degli anni precedenti?

  • Con Booking: non puoi fare nulla se non aspettare che gli ospiti arrivino. Oppure puoi decidere di aumentare la visibilità, ad esempio con un visibility booster. Così pagherai anziché il 18%, il 30% di commissione.

Bello vero? A questo punto ha senso aumentare l’occupazione, prendendo un cliente che mi costa il 30% di quello che incasso? Probabilmente no.

  • Senza Booking: creo un offerta specifica per il periodo, su un segmento di clientela che mi ha già dimostrato interesse per quel periodo specifico. Come lo faccio? Mi butto nel mio database, arricchito nel corso degli anni, grazie ai miei investimenti in marketing per il mio hotel.

    Finita qui? No. Assolutamente.
  1. Creo una campagna pubblicitaria che promuova l’offerta, su un target specifico con Meta Ads
  2. Creo una campagna ad hoc su Google Ads su keyword specifiche
  3. Attivo una campagna di email marketing last minute che promuova l’offerta su un target specifico di email selezionato
  4. molto altro.

Capisci ora l’enorme differenza?

Accesso ai Dati degli Ospiti

I clienti di Booking non sono i tuoi clienti. Sono di Booking.

Sono loro che hanno accesso ai loro dati.

Con le prenotazioni dirette invece, gli hotel ottengono accesso immediato ai dettagli di contatto degli ospiti. Questa informazione preziosa apre le porte a strategie di marketing mirate, programmi di fidelizzazione personalizzati e comunicazioni dirette.

Utilizzando il database clienti, gli hotel possono creare offerte personalizzate, promozioni esclusive e inviti a prenotare nuovamente. Questo approccio non solo stimola le entrate immediate ma contribuisce a un aumento costante delle entrate a lungo termine.

Incremento delle Entrate a Lungo Termine

Le prenotazioni dirette non sono solo un singolo affare; sono l’inizio di una relazione a lungo termine. 

Gli hotel possono utilizzare i dati degli ospiti per offrire servizi extra, promozioni personalizzate e inviti a prenotare nuovamente. Questo approccio contribuisce a un aumento costante delle entrate nel tempo.

Guida passo a passo per Aumentare le Prenotazioni Dirette del tuo hotel

La prima cosa che ti dico, ora che finalmente siamo arrivati al cuore della questione, è di iniziare mettendo in discussione ciò che sai, le scelte che hai fatto e di partire col piede giusto, verso nuove prospettive di guadagno.

Lascia che ti dica una cosa. Se non sei riuscito ancora ad avere il 100% di prenotazioni dirette è perché non hai ancora strutturato una strategia efficace di marketing alberghiero davvero davvero efficace.

La strategia più efficace è una e una soltanto. Avevi qualche dubbio?

Fino ad ora, sul tema delle prenotazioni dirette, si è detto di tutto. Consigli, idee, strategie confuse, ma nulla di veramente concreto.

Per capire davvero da cosa partire, dobbiamo metterci dalla parte dell’ospite e rispondere ad una semplice ed ingenua domanda: 

Perchè devo prenotare direttamente?

Suvvia, siamo tutti ospiti. Ognuno di noi sceglie un hotel e prenota. Sono sicuro che molti di noi (forse anche tu), abbiamo prenotato qualche volta su un’OTA (Airbnb, Booking principalmente), nonostante sappiamo benissimo cosa ci sia dietro e quali conseguenze ci siano per la struttura ricettiva che scegliamo.

Mi sbaglio?

Ecco. Allora il primissimo modo per capire come migliorare è fare il processo inverso e rispondere su un foglio (fallo come esercizio): Quali sono i vantaggi per il mio cliente di scegliere Booking piuttosto che prenotare direttamente?

Vedi. Ognuno di questi vantaggi deve avere una corrispondenza nella tua strategia. Questo significa che se il tuo cliente decide di prenotare su un’OTA per la maggiore fiducia che ha nei confronti delle stesse, dovrai sviluppare una strategia adeguata per aumentare la fiducia nel tuo hotel.

Come farlo? Per esempio sviluppando una solida strategia di branding

La tua lista, dopo un’attenta valutazione potrà apparire così:

  • Ampia selezione di alloggi in tutte le categorie e prezzi
  • Recensioni autentiche e valutazioni dettagliate per una scelta informata
  • Offerte esclusive e tariffe scontate per risparmiare
  • Possibilità di prenotare online in pochi e semplici clic
  • Facile confronto con altri hotel
  • Programma fedeltà Genius per vantaggi e sconti extra
  • Politiche di cancellazione chiare e flessibili
  • Supporto clienti disponibile 24/7 per assistenza costante
  • Gestione semplificata delle prenotazioni per un viaggio organizzato
  • Risparmio di tempo e sforzi grazie a un processo di prenotazione intuitivo
  • Pagamento in anticipo non richiesto per maggiore flessibilità finanziaria
  • Fiducia maggiore nei confronti di un sito che tutela l’ospite

Questi sono solo alcuni dei principali motivi che spingono i clienti a prenotare su Booking piuttosto che direttamente. Questi sono i motivi del grande successo che ha il gigante blu e che lo ha portato a diventare uno dei più importanti casi di successo al mondo del turismo online.

Detto ciò. A cosa ti serve questa lista?

Semplice.

Se sai i motivi che spingono il tuo cliente a prenotare su Booking allora puoi da subito adottare delle scelte strategiche per ridurre questo gap e da qui sviluppare una strategia di marketing per aumentare le prenotazioni dirette.

Prima di tutto devi preoccuparti di come ridurre il gap con Booking e capire come abbattere le barriere che obbligano il tuo cliente a preferirlo.

Ecco alcuni esempio:

  • Fiducia maggiore nei confronti di un sito che tutela l’ospite

Soluzione: La chiave per generare fiducia online è investire nella costruzione di un brand forte. Sviluppare un sito web professionale e accattivante è essenziale. Incorporare recensioni positive da ospiti soddisfatti e fornire dettagli esaustivi sulla struttura contribuirà a rafforzare la presenza online dell’hotel.

  • Policy di cancellazione e di pagamento flessibili

Soluzione per l’hotel: Offrire politiche di cancellazione e pagamenti altrettanto flessibili direttamente sul proprio sito. Comunicare chiaramente queste politiche durante il processo di prenotazione e offrire opzioni come “prenota ora, paga dopo” o “cancella gratuitamente entro tot giorni” garantirà una maggiore convenienza agli ospiti.

Questi sono solo due esempi, ma oggi, rimettendo assieme gli anelli, ti mostrerò la strategia completa.

Questa strategia è stata sviluppata sulla base di migliaia di casi studio in tutto il mondo, di strutture ricettive di ogni dimensione, tipologia e localizzazione geografica

Quindi, il tuo hotel non è e non sarà un’eccezione.

Essa parte dal principio secondo cui, il primo lavoro che dovrai svolgere è quello di abbattere ciascuna delle barriere all’acquisto che ha il tuo hotel e che porta il cliente a preferire il gigante blu.

Sei pronto? Eccola. 

La strategia per aumentare le prenotazioni dirette

Questa strategia si suddivide in 4 blocchi. Immaginala come una casa, ogni blocco rappresenta un piano. Noi partiamo dalle fondamenta.

Blocco #0: Crea un Brand forte e riconosciuto nel tuo territorio

Questo ho deciso di inserirlo come blocco zero, perchè non può esserci nessuna strategia se alla base di tutto non c’è una strategia di branding.

Lasciamo perdere la definizione di Wikipedia.

Per me, il brand è fondamentalmente la capacità di “presentare il proprio hotel” e instaurare una connessione empatica con gli altri (i tuoi potenziali clienti, ma anche i potenziali dipendenti).

Sì, hai capito bene: empatia. Questo è il cuore del marketing. E il brand non è altro che il risultato di un marketing efficace applicato alla nostra identità.

Ci siamo noi, con i nostri valori, la nostra storia, le scelte che facciamo e che abbiamo fatto, le ambizioni che coltiviamo e le competenze che sviluppiamo, i nostri servizi, la struttura, gli ambienti e il tipo di esperienza unica che solo da noi è possibile vivere.

E poi ci sono loro: le persone che ci incontrano per la prima volta, quelle che fanno parte della nostra vita, quelle che ci scelgono per chissà quale motivo e quelle che ancora non sanno nemmeno che esistiamo.

La magia inizia proprio lì, in quell’area d’intersezione. Quando ci rendiamo conto che pensiamo, sogniamo, viviamo le stesse cose che pensa e desidera il nostro pubblico. E in quel momento, si crea un legame unico e autentico.

Non sto parlando di aria ma di qualcosa di estremamente concreto

Booking, ad esempio, ha un brand molto forte, diverso da Airbnb. Quest’ultimo viene percepito come di qualità superiore e meno economico rispetto al portalone blu, che ha una strategia di branding maggiormente incentrata sulle policy e sui vantaggi economici per il cliente.

Tutto questo si concretizza in colori, forme, scelte grafiche fatte sui loro siti, ma anche nella comunicazione e nella vendita, attraverso strategie pubblicitarie che hanno lo scopo di attrarre il giusto pubblico e di portarlo a prenotare

Come si fa a costruire il brand di un hotel?

Scopri chi sei, sul serio:

Prima di tutto, mettiamoci a nudo e capiamo chi siamo davvero. Quali sono le cose che rendono il nostro hotel diverso e unico? Questi sono i pilastri della nostra identità di marca, il cuore pulsante di tutto ciò che facciamo.

Audere Consulting pone grande attenzione a questo processo, affiancando l’albergatore nello sviluppo di un brand distintivo, forte nel proprio mercato di riferimento.

Distinguerti con un Logo Inconfondibile:

Investi in un logo che va oltre il semplice simbolo. Deve essere un’icona che racconta la tua storia e si intreccia con l’esperienza che offri. Un logo distintivo è la tua firma visiva nel mondo digitale e fisico.

Blocco #1: Sistema tutti i dettagli

Come un buon sarto, dobbiamo cucire, tagliare e rattoppare tutti i buchi che ci sono nel processo di prenotazione del nostro cliente. Quel processo che porta il cliente dall’entrare sul nostro sito, a prenotare il suo soggiorno. 

Non ce ne rendiamo conto, ma spesso, ciò che fa davvero la differenza è curare il processo di prenotazione.

Prendiamo Booking, ad esempio. Il processo di prenotazione è fluido, semplice, talvolta banale per il cliente:

  1. Cerco le date
  2. Visualizzo le possibilità
  3. Entro nella scheda
  4. Selezione l’opzione migliore per me

Qui, attenzione, è tutto chiaro! So esattamente cosa sto prenotando. Le condizioni sono chiare, visibili, non c’è nulla di nascosto.  So quanto pago, so cosa è incluso, conosco le policy e le condizioni di prenotazione. Poi so che camera sto prenotando.

  1. Clicco Prenota e proseguo con la prenotazione 

Le call to action sono tante, visibili, evidenti. In tutta la scheda dell’hotel che ho scelto.

  1. Leggo il riepilogo, inserisco i dati e prenoto
  2. Mi arriva via email la conferma di prenotazione 

Tutto questo per dirti che devi simulare più volte il processo di prenotazione della struttura ricettiva e verificare tu stesso quanto è fluido, dove si nascondono le insidie, così da intervenire.

Modificando gli aspetti del processo di prenotazione, sia diretto tramite booking engine, sia tramite richiesta di preventivo, IL TASSO DI CONVERSIONE PUÒ AUMENTARE FINO AD UN +25% DI PRENOTAZIONI DIRETTE.

Questo processo lo svolgiamo noi in Audere Consulting, simuliamo e analizziamo l’intero processo di prenotazione, entriamo nel sistema per valutare tutte le criticità e aiutiamo l’albergatore a modificare tutti i parametri, così da alzare il tasso di conversione. Questo punto di analisi fa parte del nostro percorso Premium Plan, un percorso di affiancamento dove aiutiamo l’albergo a migliorare le performance economiche e a raggiungere il massimo potenziale. 

Ci sono casi, attenzione, in cui il problema è proprio il booking engine. Cambiandolo abbiamo riscontrato incrementi di un x2 o addirittura un x3 di prenotazioni dal sito web. 

Blocco #2: Crea una Presenza Online Forte

Se vuoi aumentare le prenotazioni dirette, devi creare una solida presenza online. Tutto inizia dal tuo sito web e si estende ai profili sui social media e alle OTA. Segui i sei passaggi qui sotto per migliorare la presenza online del tuo hotel.

Passaggio 1: Ottimizza il Tuo Sito Web per Prenotazioni Dirette

Il tuo sito web è il primo contatto con il tuo brand per molte persone, determinando l’esperienza complessiva dell’ospite. Ecco quattro suggerimenti per presentare al meglio il tuo hotel e facilitare agli ospiti la ricerca di informazioni e la prenotazione di una camera.

Layout del Sito Web Chiaro e Contenuto Rilevante:

Un design intuitivo e mobile-responsive è cruciale per un’esperienza utente senza intoppi. Rendi facile trovare informazioni chiave come tipi di camere e tariffe, orari di check-in e check-out e dettagli sulle tue strutture. Assicurati che le pagine siano ben strutturate e facili da navigare.

Dai Rilevanza ai Benefici dell’Hotel:

Fai chiari i vantaggi e le proposte uniche dell’hotel immediatamente. Utilizza copy coinvolgenti e immagini di alta qualità che sottolineino i punti di forza e mostrino l’offerta. Puoi persino includere un video o un tour VR per far vivere l’hotel ai potenziali ospiti.

Contenuto Aggiuntivo:

Pubblica contenuti come blog o guide sulla destinazione. Aggiungono valore ai visitatori del sito e ti posizionano come un esperto locale affidabile. Migliora l’esperienza di pagina applicando anche le migliori pratiche SEO per aumentare il traffico nel lungo periodo.

Facilita la Prenotazione:

Utilizza una navigazione senza intoppi e chiare call-to-action per rendere il processo di prenotazione diretta rapido e facile. Il tuo motore di prenotazione gioca un ruolo massiccio. Scegli una soluzione che consenta di completare le prenotazioni in due o tre passaggi al massimo.

Offri un Incentivo per le Prenotazioni Dirette:

Dai alle persone un buon motivo per prenotare direttamente offrendo bonus attraenti come sconti esclusivi, upgrade gratuiti o inclusione di servizi come la colazione. Crea un elenco di incentivi sostenibili per il tuo hotel e sperimenta quale risposta ottengono gli ospiti.

Fornisci Supporto Live e Assistenza Clienti:

Il supporto clienti può spingere il processo di prenotazione e aumentare le prenotazioni. Un widget di live chat sul tuo sito web è il modo più facile per fornire assistenza in tempo reale. Considera l’uso di chatbot per gestire domande semplici e ripetitive.

Passaggio 2: Approfitta dei Social Media

Una volta impostato il tuo sito web, è il momento di concentrarsi sui social media. Questi canali digitali offrono modi potenti per raggiungere il tuo pubblico target e costruire il tuo brand. Oltre a promuovere la consapevolezza del tuo hotel, puoi utilizzarli per interagire con i follower e rispondere alle loro richieste.

Passaggio 3: Gestisci Attivamente le Recensioni

Le recensioni online sono una risorsa preziosa per diversi motivi: mostrano cosa gli ospiti amano del tuo hotel, aiutano a costruire la tua reputazione online e possono persino aumentare le entrate. Chiedi ai tuoi ospiti di lasciare recensioni, rispondi in modo appropriato ai commenti positivi e negativi e utilizza le recensioni per migliorare i tuoi servizi.

Passaggio 4: Offri una tariffa più conveniente

Assicurati che prenotare tramite il tuo sito web non sia più costoso che tramite un OTA. Offri tariffe migliori per chi prenota direttamente, magari con vantaggi extra anziché sconti economici se vuoi evitare penalizzazioni da parte delle OTA.

Passaggio 5: Sii Presente su Motori di Ricerca Metasearch

Sfrutta i motori di ricerca metasearch come Google per mettere il tuo hotel di fronte a chi sta già confrontando offerte per proprietà specifiche. La presenza su queste piattaforme può portare a un aumento significativo dei clic e delle prenotazioni dirette.

Passaggio 6: Sii Presente su Tutte le OTA Rilevanti

Nonostante possa sembrare controintuitivo, le persone spesso usano le OTA come motore di ricerca per hotel. Assicurati che la tua struttura appaia interessante su queste piattaforme in modo che le persone visitino il tuo sito web durante la ricerca. Questo può aumentare le prenotazioni dirette, un fenomeno noto come “billboard effect”.

Blocco #3: coltiva relazioni con i tuoi ospiti

Rimanere in contatto con gli ospiti passati e con il viaggiatore indeciso può ripagare moltissimo nel lungo periodo. 

Ricordi quando hai lasciato un’impressione così positiva che i tuoi ospiti non vedono l’ora di tornare? Ecco, è proprio su questi momenti che dovresti concentrarti.

Immagina di creare un legame così forte con i tuoi ospiti che non solo tornano da te, ma ti raccomandano a parenti, amici e sui social media. È questo il potenziale delle relazioni durature nel settore alberghiero.

Per far sì che ogni soggiorno sia memorabile, non si tratta solo di offrire un servizio impeccabile (che comunque è fondamentale). È anche questione di cura nei dettagli e di ascolto attivo delle esigenze dei tuoi ospiti. Spesso sono le piccole attenzioni a fare la differenza: una nota di ringraziamento personalizzata, un consiglio su un luogo segreto da visitare o un semplice gesto di cortesia inaspettato.

E per quanto riguarda il viaggiatore indeciso che sta ancora cercando la sistemazione perfetta? 

È qui che entra in gioco la tua capacità di catturare l’attenzione e guidare la decisione. Con una comunicazione mirata e strategie di marketing efficaci, puoi trasformare quel potenziale ospite indeciso in un cliente entusiasta.

1. Utilizza l’e-mail marketing

Utilizza l’e-mail marketing per aumentare le prenotazioni dirette

Ti è mai capitato di sentire dire che nel marketing online, “il denaro è nella lista (e-mail)“? 

È più vero che mai, specialmente nel settore alberghiero. I dati recenti di HubSpot lo dimostrano chiaramente: per ogni euro investito nell’e-mail marketing, è possibile generare un ritorno fino a 36 euro.

E se vuoi ottenere risultati simili, è fondamentale creare e gestire una lista e-mail efficace. Inizia aggiungendo l’opzione di iscrizione alla newsletter direttamente nel flusso di prenotazione sul sito web del tuo hotel. Dopodiché, considera di coinvolgere gli ospiti già presenti effettuando il check-in. Con il loro consenso, aggiungi i loro indirizzi e-mail alla tua lista. 

Una volta avviata la tua lista e-mail, sfrutta i dati dei soggiorni precedenti per segmentare gli ospiti e inviare loro messaggi personalizzati e offerte mirate. 

Immagina di contattarli qualche settimana prima del loro compleanno con un’offerta speciale per un weekend di festa. Oppure, se sai che viaggiano con bambini, proponi un pacchetto per famiglie, includendo attività divertenti per i più piccoli nelle vicinanze.

Che tu sia un esperto del settore o stia iniziando, l’e-mail marketing può fare davvero la differenza nel portare ospiti direttamente alla tua porta. Non perdere l’opportunità di costruire relazioni più forti e aumentare le prenotazioni con questa potente strategia.

2. Impostazione dei programmi fedeltà e dei vantaggi per i membri

Ti sei mai chiesto come le compagnie aeree premiano i loro clienti più fedeli?
Immagina di poter applicare lo stesso concetto al tuo hotel, facendo sentire ogni ospite un membro speciale della tua comunità.

Guarda ai programmi fedeltà delle compagnie aeree: classificano i clienti in base allo storico delle loro spese e offrono vantaggi che aumentano in base alla fedeltà dimostrata. Questo può essere reso più semplice con un CRM avanzato, fondamentale nel 2025, che traccia le preferenze e i comportamenti degli ospiti.

Pensa a quanto sarebbe potente avere un sistema che automaticamente riconosce gli ospiti più frequenti e offre loro sconti esclusivi o upgrade automatici. Questo non solo aumenta la loro soddisfazione ma incoraggia anche le prenotazioni dirette, migliorando la tua redditività.

Oltre agli sconti e agli upgrade, puoi considerare di offrire ai membri del programma fedeltà l’accesso anticipato a promozioni speciali o a nuovi servizi che stai lanciando. Questo non solo rafforza il legame tra il tuo hotel e i tuoi ospiti, ma crea anche un senso di comunità e appartenenza.

Risparmia i migliori bonus per i membri fedeli che scelgono di prenotare direttamente attraverso il tuo sito web o la tua app. Questo approccio non solo migliora la tua reputazione ma stabilisce una relazione di fiducia reciproca, fondamentale per il successo a lungo termine.

Blocco #4: sfruttare tecniche di marketing avanzate

Hai mai pensato a come potresti portare la visibilità del tuo hotel ad un livello superiore? È il momento di esplorare tecniche avanzate che non solo aumentano il traffico sul tuo sito web, ma stimolano anche le prenotazioni dirette.

  1. Collabora con influencer e partner strategici

Immagina di trasformare radicalmente il modo in cui ospiti influencer nella tua struttura. Spesso, la selezione degli influencer avviene in modo casuale, basandosi principalmente sul numero di follower e sulla popolarità, senza considerare realmente l’affinità con il brand dell’hotel.

Audere Consulting, invece, adotta un approccio strutturato e mirato. Attraverso un meticoloso processo di screening che si estende per mesi, selezioniamo influencer di nicchia altamente qualificati.

Ecco dove entra in gioco l’importanza della selezione mirata: immagina di poter collaborare con influencer che non solo hanno una grande audience, ma sono anche appassionati dei temi che il tuo hotel rappresenta. 

Pensaci: invece di un influencer generico che posta di tutto un po’, scegli uno che ama veramente la tua destinazione o che si interessa alle esperienze che il tuo hotel offre. Questo tipo di connessione può trasformare una visita in qualcosa di più profondo e significativo.

Ora, pensa alle partnership con i marchi: se il tuo hotel è in una località estiva, lavorare con un marchio di bevande popolare potrebbe portare a pacchetti esclusivi con cocktail personalizzati o eventi a tema. In inverno, un accordo con un marchio di abbigliamento per sport invernali potrebbe offrire pacchetti con lezioni di sci o escursioni sulla neve.

  1. Promozione locale e sinergie pubblicitarie

Non trascurare il potenziale dei partner locali. Proponi loro di pubblicare annunci nella tua struttura in cambio di visibilità sui loro canali social e materiali promozionali. Questa è una forma di promozione incrociata che non solo aumenta la tua visibilità ma rafforza anche il legame con la comunità locale.

Immagina di creare video e contenuti che mettono in evidenza le caratteristiche uniche del tuo hotel, distribuiti attraverso i canali dei tuoi partner locali. Questo tipo di collaborazione può essere vantaggioso per entrambe le parti e può portare a risultati sorprendenti.

  1. Utilizzare la pubblicità online e il retargeting: come far crescere il tuo hotel

Se vuoi veramente portare il tuo hotel al livello successivo, l’online advertising è un must. Sviluppa campagne pay-per-click (PPC) mirate per attrarre traffico diretto al tuo sito web. Questo non è solo un modo per generare clic, ma per trasformare visitatori casuali in ospiti fedeli.

Ma come funziona esattamente? Inizia identificando le parole chiave che i tuoi potenziali ospiti utilizzano quando cercano una struttura come la tua. Che si tratti di “hotel pet-friendly a [tua località]” o “resort solo per adulti”, il segreto sta nel colpire nel segno.

Pensa in grande!

Puoi attivare queste campagne tutto l’anno o concentrarti su periodi strategici, come le offerte speciali o le stagioni meno affollate. Audere Consulting, con il suo programma DirectBoost, va oltre il semplice lancio di campagne PPC. Noi sviluppiamo il tuo canale diretto e implementiamo una strategia PPC completa, guidata da un team di esperti nel settore alberghiero. 

E il retargeting? 

Questa è la vera magia. Immagina di mostrare annunci personalizzati a chi ha già visitato il tuo sito o ha interagito con i tuoi social media, ma non ha ancora prenotato. 

È come dire: “Ehi, ti abbiamo visto, torna da noi e scopri cosa ti sei perso!

Ecco cosa fare di diverso: non limitarti a tentativi casuali. Provare e riprovare è la chiave. Sperimenta diversi formati di annunci per vedere cosa funziona meglio per il tuo hotel. Una volta trovata la formula vincente, moltiplicala.

Capire i bisogni dei tuoi ospiti è fondamentale per il successo delle tue campagne di advertising. I bisogni latenti sono quei desideri che i potenziali ospiti potrebbero non essere consapevoli di avere. Ad esempio, qualcuno potrebbe non essere ancora sicuro di voler prenotare una vacanza, ma è aperto a ispirarsi. I bisogni espressi, invece, sono quelli di chi sta attivamente cercando un luogo dove soggiornare.

Google è efficace nel targettizzare i bisogni espressi. Questo significa che le persone che utilizzano Google stanno attivamente cercando informazioni su qualcosa di specifico, come un hotel in una determinata località o con specifiche caratteristiche. 

Le parole chiave mirate permettono agli annunci di apparire direttamente quando un utente cerca attivamente soluzioni o informazioni pertinenti al tuo hotel. Questo rende Google Ads ideale per catturare l’attenzione di chi è pronto a prenotare e sta già valutando le opzioni disponibili.

Dall’altro lato, Meta (ex Facebook) è più adatta per raggiungere bisogni latenti. Questi sono desideri o interessi che le persone potrebbero non essere consapevoli di avere o non stanno attivamente cercando. 
Con le campagne su Meta, puoi creare annunci che ispirano, educano o attraggono il tuo pubblico target, anche se al momento non sono in fase attiva di ricerca di un soggiorno. Questo è particolarmente utile per costruire consapevolezza del brand e per influenzare le decisioni di viaggio prima che i potenziali ospiti inizino a cercare attivamente opzioni di alloggio.

Blocco #5: Monitora e Analizza i Tuoi Dati

“RICORDA: NON INVESTIRE MA IN NULLA CHE NON SI POSSA MISURARE!”

Scrivilo in un foglio, appendilo da qualche parte. Questo è un mantra.

Ora esploriamo un pezzo cruciale per migliorare le tue strategie di marketing: monitorare e analizzare i dati del tuo hotel. È come avere una mappa dettagliata del comportamento dei visitatori sul tuo sito web, tutto a portata di mano.

Esplora le Metriche del Tuo Sito Web

Pensa a Google Analytics come a un grande strumento investigativo. Ti mostra tutto: quante persone visitano il tuo sito, da dove vengono, cosa guardano e dove decidono di abbandonare la navigazione. È il nostro microscopio digitale per capire dove possiamo migliorare.

Alcune domande importanti da considerare:

  • Quanto traffico ricevi ogni giorno, settimana, mese?
  • Come si sta sviluppando il traffico sul tuo sito?
  • Da dove provengono i tuoi visitatori? Ricerca, social media, altri siti?
  • Quali pagine sono le più popolari? E quelle che fanno scappare i visitatori?
  • Cosa puoi fare per mantenere i visitatori più a lungo sul sito?

Guardando questi numeri da vicino, potrai scoprire i punti deboli e rafforzare le aree che funzionano meglio.

Analizza i Tuoi Annunci Pubblicitari e le tue Campagne di Email Marketing

Parliamo ora di marketing via email e promozioni. Quante volte hai verificato se le tue email sono state aperte e se le persone hanno cliccato sui tuoi messaggi? È il momento di scavare nei dettagli per migliorare le tue campagne.

Esplora i Seguenti Aspetti:

  • Come si stanno comportando le tue email? Chi le apre e chi le ignora?
  • Quali temi attirano di più i tuoi lettori?
  • Quali tipi di offerte ottengono più attenzione?
  • Le email con o senza immagini funzionano meglio per il tuo pubblico?

Raccogli questi dati per personalizzare meglio i tuoi messaggi e ottenere più conversioni.

Valuta le Tue Campagne

Dai un’occhiata ai risultati delle tue campagne più recenti. 

  • Quante persone hanno utilizzato i codici sconto?
  • Quanti visitatori hanno portato gli annunci su Facebook?
  • Qual è il CTR?
  • Qual è il tasso di conversione dei tuoi annunci?
  • Quanti lead hai generato con i tuoi annunci?

Usa questi dati per ottimizzare le tue strategie di marketing e massimizzare i tuoi ritorni.

Conclusione

Ricorda, il lavoro sul marketing digitale non finisce mai. Continua a esplorare i dati, ad adattare le tue strategie e a provare nuove idee. Questo ti aiuterà a ridurre le commissioni alle OTA, aumentare le prenotazioni dirette e far crescere i profitti del tuo hotel.

Ogni struttura ha la sua personalità, quindi sperimenta e impara. Con il giusto approccio, puoi raggiungere l’indipendenza dalle OTA e costruire un successo duraturo nel settore alberghiero.

Tutto questo non puoi e non devi farlo da solo!

Il lavoro da fare è tantissimo e la sola gestione dell’albergo è un’attività che ti riempie completamente.

Per questo motivo, il mio personale consiglio è affidarsi ad una società di consulenza che fa tutto questo lavoro per te. Non dovrai preoccuparti più di nulla perché ciò che facciamo è esattamente ciò che ti abbiamo detto, scavando più in profondità, analizzando ogni dettaglio, per permetterti di raggiungere il pieno potenziale economico. 

Nel nostro programma Premium Plan, ci occupiamo di questo. 

Non vuoi perdere tempo, e vuoi affidarti a chi fa questo lavoro tutti i giorni, ottenendo risultati eccezionali? Richiedi una consulenza per il nostro Premium Plan.

Compila il form qui sotto per richiedere una consulenza gratuita.

Condividi
Ultime Notizie

PRENOTA LA TUA CONSULENZA GRATUITA

Possiamo portarti risultati? AUDERE CONSULTING è ciò che fa per te?
Vogliamo capire se possiamo davvero aiutarti.
Prenota ora una consulenza gratuita con un consulente compilando il modulo qui sotto.